Rischi per la salute e test medici per uomini sopra i 40 anni

L’American Heart Association raccomanda alle persone di sottoporsi a test della glicemia ogni tre anni, a partire dall’età di 45 anni. Quelli con fattori di rischio, come l’obesità o una storia familiare, dovrebbero controllare la glicemia più spesso e / o iniziare più giovani. Livelli elevati di glucosio nel sangue possono portare a prediabete e diabete di tipo 2, che possono causare cecità, malattie cardiache e ictus.

Ecco alcuni rischi per la salute e suggerimenti per gli uomini sopra i 40 anni:

Suggerimenti per uomini sopra i 40 anni

  • I livelli di testosterone continuano a diminuire. La dieta e l’esercizio fisico possono mantenerli vicini alla normalità.
  • Gli uomini iniziano a sperimentare la disfunzione erettile (DE). Stress, farmaci, cattiva alimentazione e mancanza di attività fisica possono peggiorare il problema.
  • Le malattie cardiache rimangono un problema. Controlla regolarmente la pressione sanguigna, il colesterolo e il diabete di tipo 2.
  • Rischio di sviluppare linfoma, cancro alla prostata e al colon. Gli uomini a rischio dovrebbero essere sottoposti a screening e ricercati i sintomi.
  • I medici consigliano di fare il primo esame della vista all’età di 40 anni.

Disfunzione erettile

Gli uomini sulla quarantina possono iniziare a manifestare sintomi di disfunzione erettile. Secondo il dottor Tobias Koehler, direttore dell’infertilità maschile presso la Southern Illinois University, circa il 40% degli uomini di età superiore ai 40 anni potrebbe soffrire di ED.

Circa il 40% degli uomini sulla quarantina può soffrire di ED

Diverse domande contribuiscono allo sviluppo dell’ED. Un malinteso comune è che la colpa sia dei bassi livelli di testosterone, secondo Advanced Urological Care di New York. Sebbene i livelli di testosterone possano diminuire all’età di 40 anni, l’aumento dei livelli di testosterone non aumenta le erezioni.

Alcune delle cause principali della DE includono ipertensione, cattiva circolazione, colesterolo alto, consumo eccessivo di alcol e fumo. L’ED è collegata alla salute del cuore. Se hai qualche sintomo di DE, potrebbe essere il momento di controllare la tua salute cardiovascolare.

Gli uomini possono parlare con i loro medici di farmaci sostitutivi del testosterone sempre più popolari come AndroGel e Testim, ma alcune ricerche suggeriscono che questi farmaci aumentano il rischio di infarti e ictus. Il Viagra (sildenafil) è un farmaco popolare per il trattamento dei sintomi della DE ma non affronta la causa. La ricerca ha anche collegato questo a un aumento del rischio di cancro della pelle melanoma.

Alcuni farmaci possono anche aumentare il rischio di ED, inclusi gli antidepressivi SSRI, i farmaci per la caduta dei capelli Propecia (finasteride) e gli analgesici oppioidi.

Malattia cardiaca

Le malattie cardiache continuano a essere un fattore di rischio per gli uomini sopra i 40 anni. Negli uomini, le malattie cardiache si verificano fino a 10 anni prima rispetto alle donne. Nei loro 40 anni, gli uomini hanno diverse condizioni di salute che possono segnalare l’insorgenza di malattie cardiache.

Stress, rabbia e ansia aumentano i rischi per la salute del cuore limitando il flusso sanguigno al cuore. Secondo uno studio della Johns Hopkins Medicine, due ore dopo lo scoppio della rabbia, il rischio di infarto aumenta di quasi cinque volte. L’apnea notturna, una condizione in cui si smette di respirare durante il sonno per 10 secondi o più, può anche portare a problemi cardiaci a causa della mancanza di ossigeno.

L’ED è spesso un indicatore di potenziali problemi cardiaci. Secondo Johns Hopkins, gli uomini sulla quarantina con problemi di erezione hanno un rischio dell’80% di malattie cardiache entro 10 anni.

Anche il colesterolo alto o la pressione sanguigna non trattati aumentano il rischio di malattie cardiache. Se il medico consiglia farmaci per trattare questi problemi, sii consapevole degli effetti collaterali. La ricerca mostra che le statine come Lipitor (atorvastatina) sono legate a problemi muscolari, epatici e renali. Il farmaco per la pressione sanguigna Benicar (olmesartan) è stato collegato a problemi gastrointestinali come la diarrea grave.

Salute mentale

Con così tanti fattori di stress e potenziali cambiamenti nella vita come la perdita del lavoro, della famiglia o del coniuge, un uomo sulla quarantina ha più di cui preoccuparsi. La depressione, l’ansia e altri problemi di salute mentale possono peggiorare in questo decennio di vita.

Se non vengono trattati, i problemi di salute mentale possono influenzare altri aspetti della salute e portare al suicidio. Le morti per suicidio tra i 45 ei 60 anni sono aumentate del 43% dal 1997 al 2014, secondo i Centers for Disease Control and Prevention. Gli uomini hanno quattro volte più probabilità di suicidarsi rispetto alle donne e gli uomini bianchi sono maggiormente a rischio.

La perdita del lavoro è una delle principali cause di depressione tra gli uomini. Poiché l’identità degli uomini è spesso collegata alla loro carriera, alcuni gruppi professionali hanno tassi di suicidio più elevati. Ad esempio, gli uomini che lavorano nell’agricoltura, nella pesca, nella silvicoltura e nell’edilizia hanno i più alti tassi di suicidio.

Quando fai i tuoi controlli regolari, assicurati di parlare con il tuo medico dei tuoi sintomi di depressione o ansia. Se stai prendendo in considerazione dei farmaci, assicurati di conoscere gli effetti collaterali dei comuni antidepressivi. SSRIGli antidepressivi come paxil (paroxetina), zoloft (sertralina) e prozac (fluoxetina) possono causare agitazione, mal di testa, difficoltà a raggiungere l’orgasmo, insonnia e altri problemi sessuali. Alcuni possono persino aumentare i pensieri e le azioni suicide.

Diabete di tipo 2

Gli uomini hanno meno probabilità di essere attivi sui 40 anni e questo può contribuire all’aumento di peso e al diabete di tipo 2. La ricerca indica che gli uomini corrono un rischio maggiore di sviluppare la malattia rispetto alle donne. Il National Institutes of Health raccomanda che gli uomini di età pari o superiore a 45 anni inizino lo screening del diabete almeno ogni tre anni. Se sei in sovrappeso, il controllo dovrebbe avvenire prima e ad intervalli più regolari.

Alcuni farmaci per il diabete di tipo 2 possono avere diversi effetti collaterali. Ad esempio, secondo la ricerca e la FDA sulla sicurezza, una classe di farmaci inibitori del SGLT2 che include invokana (canagliflozin) e farxiga (dapagliflozin) può essere associata a chetoacidosi diabetica e gravi infezioni del tratto urinario che portano a infezioni del sangue e dei reni .

Cancro

Il linfoma, un cancro che colpisce i linfonodi, continua a essere un rischio per gli uomini sulla quarantina. Ma in questo decennio di vita, gli uomini devono anche combattere due nuovi tumori e rischi: il cancro al colon e il cancro alla prostata. L’American Cancer Society raccomanda lo screening per questi tumori a partire dagli anni ’40 per gli uomini ad alto rischio, storia familiare e una dieta ricca di carne rossa, ricca di grassi e povera di verdure e fibre.

Cancro alla prostata: la seconda causa di morte negli uomini.

Il cancro al colon inizia nell’intestino e inizia come polipi, escrescenze fungine.
Tuttavia, non tutti i polipi sono cancerogeni. Un tipo di polipo è chiamato adenoma dei villi e l’unico che può diventare un tumore. Se hai una malattia infiammatoria intestinale o problemi di stomaco, il tuo rischio è maggiore.

Il cancro alla prostata è più comune del cancro al colon negli uomini sopra i 40 anni. È la seconda causa di morte per cancro negli uomini dopo il cancro ai polmoni. Quasi il 40 per cento degli uomini di età compresa tra 40 e 59 verrà diagnosticato un cancro alla prostata. I medici eseguiranno esami rettali e analisi del sangue per verificare la presenza di questo tipo di cancro.

Salute degli occhi

In generale, tutti i sentimenti iniziano a diminuire in questo decennio di vita. La vista non è acuta, l’udito è più debole ei tuoi sensi, compresi l’olfatto e il gusto, sono ridotti. Gli uomini sulla quarantina di solito notano problemi di vista ravvicinata.

Gli esperti raccomandano agli uomini di fare il primo esame della vista all’età di 40 anni. verificare la presenza di problemi senza sintomi come il glaucoma e la degenerazione maculare, ha affermato il dottor Andrew Shahat, direttore della ricerca clinica e presidente del consiglio di amministrazione della Cleveland Cole Eye Institute Clinic. Entrambi questi problemi sono curabili, ma la diagnosi è importante. Gli uomini con diabete di tipo 2 possono anche avere problemi di vista non diagnosticati.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *